[ACCADDE OGGI]

Auguri a Mina Anna Maria Mazzini, per tutti solamente Mina, che compie oggi 77 anni. Resta in maniera indiscutibile la più grande cantante italiana di tutti i tempi e nel giudizio di molti anche all’estero, vedi Louis Armstrong, Michael Jackson, Aretha Franklin, Celine Dion, Barbara Streisand, Luciano Pavarotti e Liza Minnelli, la più grande un assoluto. Anche “The Voice”, lui, l’unico, l’insuperato Frank Sinatra nutrì per Mina una grande ammirazione sempre ricambiata dall’artista cremonese che ancora si riferisce al grande Sinatra chiamandolo “il Maestro”. Sinatra intorno agli anni Settanta, scosso dalla avanzata canora della “beat generation”, meditò seriamente di abbandonare le scene e per farlo pensò di esibirsi in una serie di concerti di addio duettando con Mina e a tale proposito si racconta di un contratto già pronto ma non firmato a causa della malattia broncopolmonare che colpì Mina. “The Voice” non mantenne il proposito e continuò a cantare e ad esibirsi in pubblico fin sotto l’età di novant’anni suonati.

Al contrario del “maestro” Mina, a neanche 40anni compiuti, e in maniera quasi improvvisa, decise di abbandonare le scene e le telecamere concedendosi per l’ultima volta al suo pubblico versiliese della Bussola. Così Giorgio Dell’Arti su la “Gazzetta dello Sport” ricorda la sua ultima esibizione in pubblico: “Il 23 agosto 1978, davanti a 6.000 fan emozionati che avevano pagato 15.000 lire dell’epoca per assicurarsi un biglietto dell’undicesima replica, Mina cantò venti brani e chiuse il bis con “Grande, grande, grande”. Poi uscì di scena con il suo vestitino nero incollato alla pelle sudata. Molti ricordano che la cantante non portava il reggiseno. Il sipario calò, le luci si spensero per sempre sulla sua immagine pubblica.” Per la verità si spensero su Mina solo le luci del locale di Marina di Pietrasanta perché per la gioia dei fan di Mina sparsi a milioni nel mondo si sono sì spente anche le luci sulla sua immagine pubblica, ma il sipario su di lei continua ad essere aperto nonostante gli oltre sessant’anni di carriera continuamente segnati da intramontabili successi che fanno di questa artista veramente una “Grande, grande, grande”.

Nell’edizione 2015 del dizionario Zingarelli alla sezione “Voci d’autore” Mina ha detto: “Dio non canta. Forse non ha mai cantato. Si vede che non gli serviva. Ha dato il canto a tutti gli elementi che popolano questo mondo e che si danno da fare per tenerlo vivo. Il rumore dell’esistenza è canto. Canta l’acqua, il vento, cantano le fronde degli alberi, le pietre, cantano gli animali, canta l’uomo. Il canto è un grido, un ululato a gola aperta. Sfiora e urta e sfonda e spacca e libera e imprigiona. E non gli serve di essere ascoltato per avere valore. È una liberazione. Una manifestazione della verità. E non ha bisogno di spettatori.”. Parole straordinariamente belle e condivisibili detta da una artista che conserva inalterato e accresciuto l’amore del suo pubblico anche se lontana dalle scene e dai pettegolezzi delle cronache.

(Franco Seccia/com.unica 25 marzo 2017)

Share This: