Finisce 3-1 per i giallorossi: per l’Inter in gol Icardi, Perotti chiude la gara su rigore. Proteste interiste contro Tagliavento. Vincono anche Milan e Lazio tra le polemiche.

C’erano tutti i presupposti per una partita combattuta e spettacolare stasera a San Siro, disputata davanti a un pubblico delle grandi occasioni. Entrambe le squadre infatti avevano tanti buoni motivi per voler l’intera posta: la Roma per restare nella scia della Juve e l’Inter per avvicinarsi ancora alla zona Champions, a maggior ragione dopo il passo falso del Napoli contro l’Atalanta.

Pioli mette in campo un’Inter molto offensiva, con un 3-4-2-1 che prevede Perisic e Candreva sulle fasce e Brozovic e Joao Mario alle spalle di Icardi. Spalletti è costretto a sostituire Emerson con Jesus e presenta lo schieramento visto nelle ultime giornate, con Dzeko perno offensivo supportato da Salah e Nainggolan. I giallorossi partono meglio con una manovra più veloce, fluida e meglio organizzata. E dopo un’ottima occasione di Salah sventata da Handanovic, passano in vantaggio con un gol da cineteca di Nainggolan, che riceve palla sull’out di sinistra, salta Gagliardini ed esplode un destro violento e preciso dal vertice dell’area che s’infila all’incrocio dei pali. L’Inter fa molta fatica a ricompattarsi nel primo tempo ed è la Roma a sfiorare in altre due occasioni il raddoppio.

Nella ripresa l’Inter sembra più viva e determinata e al 5′ costruisce la miglior occasione per pareggiare: Joao Mario serve sul secondo palo Perisic, che, però tarda un po’ nel controllo e permette a Bruno Peres deviare deviare la sua conclusione a colpo sicuro sopra la traversa. La Roma risponde in contropiede e in uno di questi perviene al raddoppio grazie a un’altra perla di Nainggolan che all’11’ fa tutto il campo e arrivato al limite dell’area esplode un missile da 30 metri sul quale non può far nulla Handanovic. Molte proteste nerazzurre al 27′, quando Tagliavento non concede un rigore abbastanza netto per un fallo di Strootman su Eder. Nel finale Icardi accorcia al 36′, ma Perotti (subentrato a Salah) chiude la gara 4′ su rigore (anche questo netto) provocato da un’entrata maldestra di Medel su Dzeko.

Poi le altre gare: il Milan vince in casa del Sassuolo tra le polemiche in quella che potrebbe essere l’ultima partita dell’era Berlusconi dopo 31 anni e tiene viva la sua corsa europea. Il Sassuolo vuole in apertura un rigore su Berardi e lo ottiene subito dopo su Duncan, ma Berardi calcia fuori. Poi Bertolacci viene steso da Aquilani e Bacca trasforma il rigore scivolando e colpendo il pallone con entrambi i piedi (quindi da ripetere secondo regolamento) e una traiettoria che inganna Consigli. Protesta furibonde, ma vane del Sassuolo nei confronti di Calvarese. Non sbaglia poi l’arbitro ad annullare un gol di testa di Bacca in fuorigioco. Il Sassuolo avrebbe tempo per recuperare ma si innervosisce e attacca con poca lucidità. La difesa milanista regge e nel finale gli ospiti sfiorano il raddoppio con Suso.

Massimo risultato col minimo sforzo e altre polemiche per la Lazio, che si prepara al derby di Coppa Italia battendo l’Udinese per 1-0. Gli aquilotti forse pensano un po’ troppo al derby di mercoledì e affrontano un po’ contratti l’Udinese che si difende con ordine e contiene le folate offensive di Keita e Anderson. Nella ripresa Inzaghi inserisce Milinkovic Savic che dà maggiore vivacità al gioco della squadra. Trova però il gol solo su un rigore inesistente trasformato da Immobile, concesso per un mani di Adnan su cui i friulani, e in particolare Del Neri a fine gara, protestano molto.

In coda il pari del Palermo e le sconfitte di Crotone e Pescara, rispettivamente contro Cagliari (in casa) e Chievo, sembrano chiudere ogni speranza di salvezza per le ultime tre. Mandorlini trova un punto all’esordio col Genoa acciuffando nel recupero un Bologna in dieci. Infine pareggio (1-1) tra Palermo e Sampdoria.

Risultati

Napoli-Atalanta 0-2 (28′ e 70′ Caldara, gioc sabato)

Juventus-Empoli 2-0 (52’ aut. Skorupski, 65’ Alex Sandro, gioc. Sabato)

Chievo-Pescara 2-0 (12’ Birsa, 61’ Castro)

Crotone-Cagliari 1-2 (10’ Stoian, 32’ Joao Pedro, 69’ Borriello)

Genoa-Bologna 1-1 (57’ Viviani, 94′ Ntcham)

Lazio-Udinese 1-0 (72’ Immobile rig.)

Palermo-Sampdoria 1-1 (31’ rig. Nestorovski, 90’ Quagliarella)

Sassuolo-Milan 0-1 (22’ Bacca rig.)

Inter-Roma 1-3 (12′ e 56′ Nainggolan, 81′ Icardi, 85′ Perotti rig.)

Fiorentina-Torino (lunedì ore 20.45)

Classifica

(Sebastiano Catte, com.unica 26 febbraio 2017)

Share This: