In attesa della decisione della Corte d’Appello sul “muslim ban” il presidente Usa ha attaccato i giudici e ha parlato di “tribunali politicizzati”. Parole che non sono piaciute a Neil Gorsuch, da poco nominato da Trump alla Corte Suprema, che le ha definite demoralizzanti.

Il Senato ha confermato la nomina di Jeff Sessions a Segretario alla Giustizia (Reuters). Durante il dibattito l’assemblea ha “silenziato” la senatrice democratica Elizabeth Warren mentre stava leggendo una lettera in cui, nel 1986, la vedova di Martin Luther King contestava la nomina di Sessions a giudice federale per presunti comportamenti razzisti quando era procuratore dell’Alabama. Warren ha quindi letto la lettera in diretta su Facebook Live ricevendo il sostegno di migliaia di persone. Trump deve occuparsi anche di affari di famiglia: è polemica per un tweet in cui lo stesso capo della Casa Bianca ha attaccato i magazzini Nodrstrom colpevoli di aver ritirato la linea di abbigliamento creata da Ivanka. 

Sul fronte internazionale da segnalare il viaggio del nuovo capo della Cia Mike Pompeo, che sarà oggi in Turchia per la sua prima visita all’estero. Lo fanno sapere fonti della presidenza di Ankara, spiegando che la visita è stata concordata nel corso della telefonata di 45 minuti di ieri sera tra lo stesso Trump e Recep Tayyip Erdogan, che è stata “positiva e condotta in un’atmosfera franca”. Oltre alle questioni di sicurezza regionale, sottolineano da Ankara, nel corso della visita di Pompeo verrà affrontata la richiesta di estradizione del magnate e predicatore islamico Fethullah Gulen, ritenuto dalla Turchia la mente del fallito golpe del 15 luglio, nonché la forte volontà turca di interrompere il supporto americano ai curdi siriani del Pyd nella lotta all’Isis.

(com.unica, 9 febbraio 2017)

Share This: