[ACCADDE OGGI]

Il 1985 uno degli anni più freddi nella storia d’Italia con temperature polari che a Firenze registrarono i meno 23 gradi. La neve arrivò a coprire gran parte della penisola e con il suo magico manto bianco regalò spettacolari scenari da sogno all’isola d’Elba ma anche, impensabile, alle isole di Capri e di Ischia. Il gelo e il freddo investi gran parte dell’Europa e particolarmente la Francia.

Per avere l’idea di quello che accadde nel nostro paese ecco una tabella delle temperature registrate in alcune città italiane il 12 gennaio 1985: L’Aquila -22, Brescia -19, Frosinone -18, Arezzo -17, Grosseto -12, Roma -15, Napoli -5. Vi furono quasi una decina di morti per il freddo e per le sue conseguenze. Fu il Sud a patirne le maggiori sofferenze e a chiedere lo stato di emergenza per calamità naturali. Si allertarono le forze armate, il volontariato e le protezioni civili.

L’anno 1985 e il mese di gennaio sarà ricordato come l’anno più freddo battendo anche i record di gelo registrati nel 1929 e nel 1956.

Il freddo di questi primi giorni dell’anno 2017 con temperature polari anche stavolta registratesi al Centro e al Sud d’Italia sembra voler dare ragione al meteorologo statunitense Joe Bastardi che già dalla scorsa estate previde per l’Europa un inverno 2017 del tutto simile a quello del 1985. Ma nonostante ogni previsione, oggi con larga probabilità di essere “azzeccate”, noi sappiamo che “l’uomo prevede e propone ma è Dio che dispone”.

(Franco Seccia/com.unica, 12 gennaio 2017)

Share This: