[ACCADDE OGGI]

Quando si dice l’amore. Edoardo VIII, re del Regno Unito e dell’Irlanda, il 10 dicembre 1936 firmò l’atto di abdicazione dal trono d’Inghilterra in favore del fratello Alberto che sarà re Giorgio VI. Il suo regno durò quasi un anno e alla fine dovette arrendersi e abdicare giacché il Sovrano del Regno Unito è per diritto capo della Chiesa d’Inghilterra e questa non poteva approvare la storia d’amore e la decisione del re di sposare l’americana Wallis Simpson divorziata, risposata e ancora legata da un vincolo matrimoniale. Certo non erano i tempi di Enrico VIII, lui oppositore di Lutero e “difensore della fede” con bolla papale, che proprio per una storia di amore operò lo scisma dalla Chiesa di Roma e fondò la Chiesa Anglicana.

Il povero Edoardo che già da duca di Windsor mostrava tutto il suo entusiasmo per le donne di una certa età e sposate, non aveva il carattere e nemmeno la voglia del suo illustre predecessore. Era un bell’uomo dal fisico attraente e molto amante dello stile e del bel vestire. Inseguito come una star del cinema da tutti i fotoreporter non disdegnava di farsi immortalare con abiti nuovi ed eleganti che lui stesso disegnava per i sarti di corte.

Insomma, nonostante la severa educazione da principe ereditario, Edoardo mal sopportava i riti e le ferree regole della casa del leone. S’intestardì nel voler sposare Wallis e rinunciò al trono. Sulla loro storia “d’amore” si sono scritte fiumi di parole, girati chilometri di pellicole e raccontati interminabili pettegolezzi.

La loro storia ha attraversato anche la seconda guerra mondiale e non sono pochi quelli che anche recentemente hanno diffuso documenti che dimostrerebbero l’amicizia dei duchi di Windsor, Edoardo e Wallis, con i più alti gerarchi della Germania nazista. Sta di fatto che si rifiutarono di presenziare all’incoronazione della regina Elisabetta II preferendo restare nella loro casa di Parigi dove finirà la loro storia d’amore, prima con la morte di Edoardo nel 1972 e poi, nel 1986, di Wallis Simpson.

La morte cancellò le divergenze “reali” e i loro corpi sono sepolti uno accanto all’altro nella Royal Burial Ground, dietro il Mausoleo Reale della Regina Vittoria.

(Franco Seccia/com.unica, 10 dicembre 2016)

Share This: