Dall’11 al 14 novembre, al Teatro Arciliuto sarà di scena una quattro giorni di Mix per viaggiare nella Mente dell’Uomo contemporaneo e svelarne le pulsioni, contraddizioni, passioni, inadeguatezze e desideri. Quest’anno nel nome di Umberto Eco, FestivalMente invita alla scoperta di segni e segnali del tempo che stiamo vivendo. In una proiezione degli scenari futuribili con una carrellata sulle “therapy” si snoderanno dei percorsi che passeranno dalle illusioni della Ragione al bisogno delle Emozioni. Dall’ego frustrato del maschio occidentale ai nuovi bisogni d’Amore.

Artisti, musicisti, performer, terapeuti, accademici ed esperti, tra spettacoli e confronto con il pubblico, saranno i protagonisti del Festival come in un grande coro animato da più voci.

Ad accogliere e intrattenere il pubblico ci penseranno Enzo e Giovanni Samaritani, i patron dello storico locale Arciliuto che festeggia proprio il giorno 11 i cinquanta anni di attività, e che ospiterà l’evento con gli Arciliuto, Tony Shargool, ideatore del Festival e Giorgio Mazzerelli, altra anima del festival ed esperto in materia mente/individuo. L’intento è quello di proporre le Arti insieme all’Accademia: performing-arts, mostre di pittori/scultori, installazioni artistiche, interventi di video-maker, Writer e/o street-art decorators. Insomma, si attiverà la cultura dell’incontro coniugata ai diversi linguaggi che accompagneranno il percorso di «ricostruzione del sé». Un intervento a 360 gradi sul disagio con la partecipazione di specialisti: psicologi, neuropsichiatri, sociologi, docenti di diverse forme di psicoterapia e trainer che lavorano sulle discipline del corpo. La presenza di rappresentanti di terapie spesso basati sull’arte, (Dance-Musica-Cinema Teatro- etc), sul corpo e le emozioni (Pet-therapy, writing-therapy, pilates, yoga, etc).

Molti i nomi in cartellone: i Presidenti dei due Video Festival gemellati Federico Russo (Psichiatra Direttore de Lo Spiraglio Film Festival) e Maria Grazia Caso (Presidente Mediterraneo Video Festival) insieme a Laura Federici, artista e pittrice. Marco Bassan che presenterà il video “The collective digital unconscious” sulla sua video installazione che proietta l’inconscio deli Androidi.

Esperti ed intellettuali come Valeria Patera, che racconterà il suo lavoro su Rita Levi Montalcini, e Gian Claude Lopez, l’attore e regista David Riondino, i giornalisti Giulietto Chiesa, Glauco Benigni, pioniere dei ‘new media communication’ in Italia (glaucobenigni.blogspot.com/ e Michele Mezza, che ci spiegheranno ‘ Cos’è l’Algoritmo e perché si occupa di noi’… e le autrici del divertente libro sulle ‘Sociopatie’, Cinzia Armelisasso e Lucia Valdarnini.

Poi i poeti contemporanei, Gemma Bracco e Vanni Pierini, che con il Maestro Enzo Samaritani alla chitarra, si alterneranno sabato pomeriggio nel breve set: “Parole & Musica” (CV*).

Grande spazio alla Musica di qualità: interverrà il cantautore e popolare conduttore radiofonico Ernesto Bassignano, che da sempre ha creduto e lavorato col nucleo creativo del Festival; la compositrice e neuropsichiatra Donatella Caramia con il Maestro Imma Battista, presenteranno una sorpresa musicale da non perdere, Gabriella Martinelli, Cristiana Polegri, e Federico Sirianni, insieme a Nando Citarella, e al poeta-cantautore rock Luciano D’Abbruzzo. Nel cast, gli attori e artisti Nicola Vicidomini, il regista teatrale Oliver Marcor, conduttore e pioniere di Parteciparte- Teatro Interattivo, e la nota scrittrice e psicoterapeuta Umberta Telfener.

Folto il gruppo di terapeuti, tra cui, Il Presidente della Fedim, il Musico-Terapeuta Stefano Martini, La compositrice e neuro-scienziata Donatella Caramia, la psicologa Federica Fava, il Gelotologo Leonardo Spina (www.homoridens.net/chi), gli esperti in Pet Therapy Daniela Grenzi (www.centrocat.it/) con Luca Lolli, la blogger Serenella Séstito della Onlus “Ti Amo da morire”. Controcorrente e intrigante la proposta ‘Nudo di Maschio’, del gruppo di studenti della Facoltà di Psicologia Sapienza di Roma, coordinati da Giulietto Dessì e accompagnati in musica da Gabriele Morini, che se la dovranno vedere con la Psicologa Clinica Umberta Telfner.

(Francesco Buono/com.unica 6 novembre 2016)

Share This: