Il 31 ottobre torna anche quest’anno in 53 città d’arte guidate da Siena, la Giornata nazionale del trekking urbano. Giunta alla XIII° edizione, la manifestazione che promuove percorsi tra arte, cultura ed enogastronomia, nel 2016 in occasione del Giubileo straordinario della Misericordia volgerà una particolare attenzione alla fede e alla spiritualità. Ogni itinerario infatti includerà uno o a più luoghi dal profondo carattere spirituale che racchiudono opere d’arte di rara bellezza e che siano state teatro di miracoli, leggende o esperienze mistiche.

Il trekking urbano è un modo di fare turismo alternativo, meno strutturato e lontano dai circuiti più conosciuti. Un turismo sostenibile ed ecologico perché a piedi, più libero e ricco di sorprese dato che il suo focus è sugli itinerari meno convenzionali e nascosti delle città d’arte italiane. Il trekker urbano, attraverso percorsi studiati da esperti, ha la possibilità di vivere un’esperienza unica che unisce arte e natura, facendo sport in maniera dolce ed adatta a tutti.

Gli itinerari proposti hanno una durata media che varia da una a quattro ore, consentendo a chi li percorre di bruciare da un minimo di 450 kilocalorie (percorso di un’ora) a un massimo di 1.800 kilocalorie (percorso di quattro ore) per volta con un grandissimo vantaggio per la salute.

Da Nord a Sud della Penisola, camminando e armati solo di tanta curiosità anche nel 2016, i trekker potranno fare così esperienze uniche, ove si uniranno il sacro e profano la storia, l’arte e l’enogastronomia: a Napoli per esempio sarà l’occasione per visitare con un prezzo scontato, le Catacombe di San Gennaro, antiche aree cimiteriali sotterranee risalenti al II e III secolo oppure passeggiare nel Real Bosco di Capodimonte, il “Più bel parco d’Italia 2014” ed arrivare la Chiesetta di San Gennaro, aperta per l’occasione; nella Chiesa di San Domenico ad Arezzo si potrà ammirare da vicino il Crocifisso di Cimabue, mentre nel Duomo di Castelfranco Veneto l’enigmatica Pala del Giorgione vi toglierà il fiato.

La Spezia invece accompagnerà i turisti attraverso un percorso alla ricerca della spiritualità della natura e partendo dal borgo murato di Spezia li condurrà in percorso antico che univa un tempo il Convento di San Francesco con il Santuario della Madonna dell’Olmo.

A Siena capofila del progetto, ci saranno moltissime iniziative culturali e non, a partire da un interessante percorso tra sacro e profano, che porterà i partecipanti alla scoperta di luoghi meravigliosi come piazza del Campo, luogo preferito per la predicazione da San Bernardino o il Duomo dove scoprire una rara testimonianza del giubileo del 1300 ma anche Santa Maria della Scala coi suoi meravigliosi affreschi, o la chiesa di San Raimondo al Refugio, un gioiello architettonico dove ammirare i dipinti legati a San Galgano opera del “profeta” Brandano.

Infine la Giornata nazionale del Trekking urbano a Siena si festeggerà anche a tavola. Lunedì 31 ottobre il Consorzio Agrario ospiterà a pranzo le degustazioni di prodotti tipici delle terre senesi e dalle ore 18 e fino alle 22 sarà possibile conoscere i piatti più golosi della cucina locale, partecipando all’ evento gastronomico “Strade Gialle”, ove sarà possibile degustare le ricette tradizionali più famose della città toscana.

Anche il Lazio aderirà a questa splendida iniziativa, donando anche a tutti i romani la possibilità di fare una gita fuori porta, scoprendo scorci inaspettati di rara bellezza a pochi km da casa. Ecco le città da tenere d’occhio per chi è a Roma: A Rieti, da sabato 29 fino a lunedì 31 ottobre, ci si metterà in cammino sui passi di San Francesco, attraverso la rigogliosa bellezza della Valle Santa, riscoprendo due dei quattro santuari francescani ed esplorando l’antico Centro Storico di Rieti. La cittadina reatina infatti fu un tempo sede papale e fu fondamentale per lo sviluppo degli ordini Mendicanti dei francescani, degli agostiniani e dei domenicani.

Inoltre proprio nel reatino San Francesco, concepì la vocazione missionaria e comunitaria del suo ordine e la successiva stesura della Regola Bollata. E se tutto questo non bastasse, l’esperienza per i Trekker urbani che sceglieranno Rieti si arricchirà anche di musica, con l’edizione 2016 di “Note in Cammino” che propone di “vivere” il Giubileo tramite la musica, strumento di coesione tra fedi diverse.

A Terracina invece il percorso si snoderà tra il Centro Storico alto e il versante nord-occidentale Via Appia Antica che nel Medioevo era considerata la Via Francigena del Monte Sant’Angelo, lungo un tratto della del Sud. L’appuntamento per i partecipanti sarà in Piazza Municipio dinanzi alla Cattedrale di San Cesareo. La passeggiata culturale proseguirà verso il monastero di San Domenico, il belvedere del vecchio Ospedale e la chiesa di Santa Maria Addolorata dove si potrà godere un panorama mozzafiato sull’Agro Pontino e sul promontorio del Circeo e le isole Ponziane.

In conclusione fra tour fotografici, cammini sulla Via Francigena, passeggiate a “due ruote” e visite guidate dedicate anche ai bimbi, questa edizione 2016 coinvolgerà 17 regioni, con un’infinità di itinerari per tutte le età e i gusti. Per partecipare basterà indossare un paio di scarpe comode, e scegliere uno dei percorsi nei tantissimi Comuni aderenti alla Giornata del trekking Urbano. La maggior parte dei tour è completamente gratuita con guide volontarie preparate pronte a togliervi ogni curiosità. Per cui se volete saperne di più visitate il sito: http://www.trekkingurbano.info/trekking-urbano-itinerari-2016/

(Valentina Franci/com.unica 29 ottobre 2016)

Share This: