Il Napoli resiste in testa alla classifica anche dopo i risultati della domenica. Nel match più atteso della giornata a San Siro infatti trovi l’Inter che non ti aspetti: dopo la pessima prova in Europa League contro una modesta squadra israeliana gli uomini di De Boer provocano la prima caduta della Juve. È un’Inter ben messa in campo, grintosa su tutti i palloni e con delle buone individualità quella che ha sconfitto oggi i bianconeri.

Si decide tutto nella ripresa, dopo un primo tempo equilibrato, molto tattico e con poche occasioni da gol. È Icardi ancora una volta l’uomo chiave dei nerazzurri, che si conferma su standard molto elevati. Realizza di testa il gol del pareggio pochi minuti dopo la rete del vantaggio bianconero di Lichtsteiner e dieci minuti dopo (al 77′) fornisce l’assist a Perisic, che segna anch’egli di testa spiazzando Buffon. È una vittoria che ridà entusiasmo all’Inter e che fa tornare sulla terra gli uomini di Allegri: la strada per il titolo è ancora lunghissima e forse non sarà una passeggiata come molti pronosticavano alla vigilia.

Nel posticipo serale la Roma non riesce a cogliere l’occasione di agganciare in testa il Napoli e subisce il primo Ko dalla Fiorentina. Decide Badely a pochi minuti dalla fine con un gol dalla distanza viziato dalla posizione di fuorigioco (attiva) di Kalinic. I giallorossi avrebbero meritato almeno il pareggio ma hanno dato comunque l’impressione di essere meno brillanti rispetto alla scorsa stagione. Continua a deludere Dzeko mentre Totti, entrato forse troppo tardi in campo, questa volta non riesce a incidere.

Nel pomeriggio ottime prove di Sassuolo (2-0 al Genoa con gol di Defrel e un rigore di Politano) e del Cagliari che dà una lezione di gioco all’Atalanta: 3-0 con doppietta del solito Borriello e rete di Sau. Di pregevole fattura in particolare il primo gol dell’ex Borriello, che strappa le ovazioni del pubblico. Continua a sorprendere il Chievo che espugna in rimonta il campo dell’Udinese dopo il vantaggio friulano con Zapata, mentre in coda il Palermo coglie allo scadere un pareggio sul campo del Crotone, che resta ultimo. Il Toro invece ancora non decolla e si fa imporre in casa lo 0-0 da un vivace Empoli.

Nelle gare disputate sabato il Napoli ha avuto ragione di un combattivo Bologna: 3-1 ma il risultato matura solo nel finale dopo l’ingresso in campo di Milik che segna una doppietta e (almeno per il momento) non fa rimpiangere Higuain. La squadra di Sarri è andata in vantaggio al 14′ del primo tempo con Callejon, ben servito da Insigne, poi nella ripresa il Bologna ha trovato il pareggio con un gran tiro dalla distanza di Verdi.

Negli altri anticipi il Milan torna al successo vincendo sul campo della Sampdoria con un gol di Bacca allo scadere, mentre la Lazio regola facilmente il Pescara all’Olimpico: 3-0 con reti di Milinkovic Savic, Radu e Immobile.

risultati

class-seriea

(com.unica, 19 settembre 2016)

Share This: