È iniziato il conto alla rovescia per il più straordinario evento gastronomico dell’anno: il famoso “Dinner in the sky” sbarca per la prima volta a Roma e si fermerà sui cieli della capitale per due settimane. Appuntatevi subito in agenda queste date: dal 15 al 30 settembre, ventidue ”impavidi” commensali alla volta, potranno provare l’emozione unica di cenare sospesi tra le nuvole a 50 metri da terra, godendosi un panorama mozzafiato della città eterna. Come è già accaduto a Parigi, Londra, Sidney, ed in altri 40 paesi del mondo, i fortunati partecipanti a “Dinner in the sky” inoltre, potranno letteralmente toccare il cielo con un dito, mangiando i prelibati menù preparati e serviti dai migliori chef stellati della guida Michelin, stando comodamente seduti in alta quota, su quest’incredibile ristopiattaforma: uno speciale tavolo sospeso a una gru, con 22 posti a sedere, oltre a un’area centrale aperta per lo chef e una hostess.

Dinner in the sky a Parigi

Dinner in the sky a Parigi

Quattordici tra i più rinomati chef Michelin hanno accettato la sfida di cucinare sospesi tra le stelle e parteciperanno in prima persona alle cene, presentando i loro i piatti. E’ stato già pubblicato sul sito dell’evento, il ricco calendario coi nomi degli chef protagonisti delle ambitissime cene nel cielo, e dopo averlo letto è chiaro che non sarà solo l’altezza a rendere eccezionali questi banchetti. Alcuni nomi?

Il 15 settembre, Iside de Cesare la brillante chef e pasticcera formatasi alla corte di Heinz Beck e Salvatore Tassa, ora alla guida de “La Parolina” (una stella Michelin) inaugurerà il ciclo. Il 19 settembre Gianfranco Pascucci di “Pascucci al Porticciolo”, re della cucina di pesce capitolina, insignito della stella michelin nel 2012, offrirà un saggio della sua arte culinaria; il 22 invece sarà la volta del grande Francesco Apreda (stella Michelin 2009), mentre il colombiano Roy Caceres, chef del ristorante stellato “Metamorfosi” di Roma acclamato per la sua creatività e filosofia unica, si esibirà il 26 settembre; chiuderà la lunghissima parata di stelle dell’alta cucina, Cristina Bowermann, unica donna Chef Ambassador di Expo Milano 2015 e vincitrice del Premio Identità Nuove Sfide 2016, da anni dietro ai fornelli del rinomato “Glass Hostaria” in Trastevere.

La location designata della cena più emozionante del 2016 sarà la Città dell’Altra Economia, nel quartiere Testaccio, dalla cui sommità si godrà senza dubbio una vista spettacolare sulla capitale, con il colosseo ed il “cupulone” sullo sfondo a fare da scenografia a questa memorabile esperienza. Per poter partecipare al Dinner in the sky sarà necessario consultare il calendario delle cene ed acquistare subito il biglietto per garantirsi un posto. I prezzi non sono proprio popolari ma piuttosto ragionevoli, se pensiamo che è un evento unico nel suo genere, e che degli chef stellati cucineranno e presenteranno personalmente le loro prelibatezze: con 159€ infatti ci si assicurerà il proprio “pezzetto di cielo” al Dinner in the Sky .

Tuttavia per gli altri ci sarà la possibilità di sperimentare comunque il brivido del pasto in alta quota, a prezzi più abbordabili: l’organizzazione ha infatti previsto sia il “Brunch in the Sky” a 69 euro, sia il “Lunch in the Sky” a 89 euro, e c’è persino il “Wine Tasting”, una degustazione di vini tra i cieli a solo a 49 euro.

Sul sito dell’iniziativa intanto già è iniziata la prevendita dei biglietti e c’è già grandissimo entusiasmo perciò non è difficile prevedere che l’evento andrà presto sold out (per info: http://www.dinnerinthesky.it). Per tutti coloro che non soffrono di vertigini e vogliono cogliere l’occasione di vivere questa esperienza straordinaria, una volta entrati in possesso del biglietto, non resterà che firmare la liberatoria e allacciarsi le cinture sulle apposite poltroncine. L’appuntamento con Dinner in the sky allora è a settembre. E voi siete pronti a vivere la cena più eccitante della vostra vita?

(Valentina Franci/com.unica 31 luglio 2016)

Share This: