Ronaldo, leader anche a bordo campo, e compagni sono i campioni d’Europa 2016. Tra i galletti si salva solo la locomotiva umana Sissoko. Dopo il palo di Gignac al 92′ e la traversa di Guerreiro al 108′, il sinistro decisivo dell’attaccante lusitano Eder per il ko dei francesi.

Portogallo-Francia, la finale degli Europei di calcio del 2016, è finita 1 a 0 per il Portogallo con gol di Eder al 109esimo minuto del secondo tempo supplementare.

Il match è stato arbitrato dall’inglese Mark Clattenburg ed è stata una partita molto strana: il giocatore più forte del Portogallo, Cristiano Ronaldo, è uscito per infortunio nei primi minuti della partita. Uscito Ronaldo, il Portogallo ha giocato quasi meglio, mentre la Francia ha attaccato molto ma in modo un po’ confusionario.

La rete di Eder, una staffilata da 20 metri, ha scritto la storia di una nazione che fino a oggi non aveva ancora vinto nulla. La Francia si è piegata all’improvviso, nonostante abbia avuto il vantaggio di giocare quasi tutta la partita senza l’incubo di Cristiano Ronaldo, e se Eder è stato il cecchino dei transalpini, Rui Patricio ha tenuto in vita il Portogallo con le sue straordinarie parate.

(Pino De Carolis/com.unica, 10 luglio 2016)

Share This: