Nel primo anticipo della 26a giornata di Serie A, il Bologna ferma a 15 la striscia vincente della Juventus. Al Dall’Ara é finito 0-0 un match davvero equilibrato, anche se con poche emozioni. Nel primo tempo grande chance per Destro (Buffon para in tuffo), mentre nella ripresa la Juve si sveglia solo nel finale (occasioni per Morata e Pogba).

Ora il Napoli può tornare in vetta se lunedì nel posticipo batterà il Milan al San Paolo. E’ andato all’Hellas il derby di Verona contro il Chievo, una vittoria preziosa  che mantiene ancora vive le residue speranze di salvezza. Al Bentegodi è finita 3-1. Primo tempo a senso unico, con Toni che sblocca la gara al 29’ ribattendo un rigore che lui stesso si era procurato. La ripresa è più equilibrata, con Pazzini che trova il raddoppio al 12’. I clivensi tornano in partita con un penalty di Pellissier (26’), ma non basta. Ionita fa tris al 50.

Non bella ma cinica quanto basta l’Inter di Mancini è tornata alla vittoria e ad aggiudicarsi tre preziosi punti ai danni dei blucerchiati di Montella. Tre gol e tre punti per l’Inter nel terzo anticipo della 26esima giornata di campionato in Serie A dopo Bologna-Juventus e il derby Verona-Chievo. Di fronte due squadre in crisi: dopo aver perso lo scontro diretto con i viola, i nerazzurri risalgono a -1 dal terzo posto in classifica occupato dalla Fiorentina (impegnata domenica pomeriggio a Bergamo con l’Atalanta) e a +1 sulla Roma attesa dal turno casalingo col Palermo, mentre i blucerchiati hanno solo tre punti di margine sulla zona retrocessione. E a Marassi la prossima settimana arriverà un Frosinone affamato di punti. In gol D’Ambrosio-Miranda-Icardi e Mancini può sorridere. I nerazzurri tornano al successo con le prime reti dei difensori in campionato sugli sviluppi di due calci d’angolo e il sigillo di Maurito. I blucerchiati protestano per un rigore non assegnato sull’1-0, poi crollano e accorciano solo nel finale le distanze con Quagliarella.

(com.unica, 20 febbraio 2016)

Share This: