Una decina di croci divelte e spezzate nel cimitero salesiano di Beit Jamal, un monastero sulle colline della Giudea. Ferma la richiesta del portavoce del patriarca latino di Gerusalemme che chiede al governo israeliano “di educare tutti gli abitanti al rispetto gli uni degli altri” e di far luce sull’identità dei responsabili.

(com.unica, 10 gennaio 2016)

Share This: