Si inaspriscono ancora le tensioni tra Arabia Saudita e Iran, e dunque tra mondo sunnita e sciita, con la decisione di Teheran di bloccare i pellegrinaggi verso la Mecca. A essa si coniuga il linguaggio esplicito della minaccia militare, con la diffusione per la prima volta sui media iraniani delle immagini del nuovo missile ‘Imad’, in grado di raggiungere Riad e le altre capitali sunnite nel Golfo.

La situazione s’indurisce anche in Yemen, dove da oltre due anni l’esercito saudita interviene direttamente contro le milizie sciite sostenute dall’Iran e nelle ultime 48 ore ha effettuato ripetuti raid aerei.

Ad analizzare la situazione sul ‘Giornale’ è Fiamma Nirenstein, che spiega le radici e gli sviluppi nell’attualità del conflitto tra sciiti e sunniti. Ad accomunare le due correnti terroristiche, nell’analisi di Furio Colombo sul ‘Fatto Quotidiano’, è la “competizione durissima intorno al dominio della guerra e della vittoria contro Israele”.

(com.unica, 6 gennaio 2016)

Share This: