“Il signor Trump ha capitalizzato le paure della classe operaia, ma anche i dubbi diffusi in alcune sacche dell’elettorato repubblicano e che nascono dal fatto che io sono il primo presidente nero”.

Barack Obama, ai microfoni della National Public Radio, critica aspramente la discesa in politica del magnate repubblicano Donald Trump. Dopo le diverse frasi choc contro immigrati e musulmani pronunciate da Trump, Obama non si esime dal tirare in ballo il tema del razzismo, per il quale accusa una frangia del partito repubblicano, e aggiunge: “In un certo senso, io rappresento quel cambiamento che li spaventa”.

(com.unica, 22 dicembre 2015)

Share This: