Il 18 dicembre ricorre la giornata internazionale dei migranti. È l’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle migliaia di persone che perdono la vita attraversando frontiere in cerca di una vita migliore.

Per questo Tita e RazzismoBruttaStoria, l’associazione no profit promossa dal Gruppo Feltrinelli, promuovono un esperimento social chiamato ShareThePass: partecipando su Facebook si potrà accomunare in un’unica azione virtuale tutti i paesi che hanno assistito in questi mesi al viaggio di migranti dalla Siria alla Turchia fino al Nord Europa.

La meccanica è facilissima: il 18 dicembre verrà aperto in Siria un profilo dal quale un simbolico post chiederà di poter passare la frontiera, fuggendo dalla guerra. A quel punto il post verrà condiviso dai profili facebook del paese confinante, la Turchia, da dove a sua volta chiederà di poter passare in Grecia… da uno sharing all’altro, il post cercherà di giungere nel nord Europa.

Il concept di partenza è chiaro: chi fugge da una guerra dovrebbe trovare una strada libera davanti a sé e non rischiare di morire. Undici i paesi coinvolti, nel tentativo di costruire una simbolica timeline geolocalizzata che rappresenti visivamente l’auspicio di una comunità internazionale solidale e aperta.  Abbiamo scelto come simbolo la Siria ma l’esperimento serve a raccontare la solidarietà verso tutti i migranti che hanno perso la vita lungo le frontiere e le nuove barriere: da gennaio 2015 sono stati 3,671, di cui 2,889 sulla rotta Centrale dal Nord Africa all’Italia, 684 sulla rotta Orientale dalla Turchia alla Grecia e 94 sulla rotta dell’Africa Occidentale (dati IOM) e a tutti loro dedichiamo questa giornata.. Hanno lavorato Lino Bellissimo (copywriter) e Carlo Miozzi (art director) con la direzione creativa di Giuseppe Mazza.

(com.unica/SpotandWeb, 17 dicembre 2015)

Share This: