Sergio Romano ricorda sul ‘Corriere della Sera’ come dopo la nascita d’Israele, Stalin ingaggiò una vera e propria battaglia contro gli ebrei sovietici accusandoli di non essere più leali e di essere diventati soggetti all’influenza Usa.

“Da quel momento – scrive – la parola sionismo si caricò di una valenza negativa e fu spesso utilizzata per denunciare la minaccia di un complotto internazionale contro l’Urss”.

Su ‘Il Foglio’ l’ex firma storica del ‘New Republic’ e intellettuale di fama, Leon Wieseltier riflette sul ruolo dell’Occidente nella lotta contro l’Isis. Bisogna riaffermare i propri valori, spiega, e affermare e difendere chi siamo. “E noi – incalza – non siamo soltanto trionfanti liberali che pensano di sconfiggere il male bevendo un latte macchiato mentre scriviamo su Twitter”. 

(com.unica, 16 dicembre 2015)

Share This: