Dopo qualche anno Inter-Roma torna ad essere sfida al vertice a San Siro, prima contro seconda in classifica. Qualche sorpresa nella formazione nerazzurra: Mancini schiera D’Ambrosio e Nagatomo terzini, forse più veloci e più adatti a contenere le due velocissime ali della Roma, mentre in attacco viene data fiducia all’ex Ljajic accanto a Jovetic, con Icardi relegato in panchina. Nella Roma non ce la fa De Rossi, così Florenzi avanza a centrocampo e viene confermato Maicon sulla fascia destra.

In avvio di gara le due squadre sembrano studiarsi, il ritmo non è molto veloce. È comunque più la Roma a fare la partita, con l’Inter che si limita a chiudere gli spazi e provare a ripartire in contropiede. Prima occasione al 15′ con un colpo di testa di Dzeko su cross di Digne deviato da Handanovic. Replica dell’Inter un minuto dopo con Brozovic da buona posizione, risponde Szczesny. Roma vicinissima al gol al 23′: gran tiro di Maicon da pochi passi, gran salvataggio di Handanovic e Dzeko viene anticipato di un soffio da D’Ambrosio mentre sta per ribadire in gol a un metro dalla linea di porta. La partita si sblocca alla mezz’ora con un tiro rasoterra molto angolato di Medel che calcia indisturbato dai 25 m. Szczesny, forse coperto, va sul pallone in ritardo.

In apertura di ripresa Medel dolorante alla coscia lascia il posto a Kondogbia. La squadra di Garcia a questo punto alza decisamente il ritmo e si fa pericolosa in più occasioni. In particolare con Dzeko al 6′; quindi con Salah che si presenta solo davanti ad Handanovic al 15′ e soprattutto al 16′ con tre tiri nella stessa azione (prima con Florenzi e poi due volte con Salah) respinti da un ottimo Handanovic. Pochi minuti dopo va vicinissima nuovamente al pareggio con Rudiger che di testa sfiora il palo a portiere battuto. Al 30′ grande ingenuità di Pjianic che, già ammonito, ferma la palla con la mano a centrocampo: il rosso è inevitabile e lascia la squadra in 10. La Roma continua a premere ma in inferiorità numerica si fa tutto più complicato e si restringono sempre di più i varchi nella metà campo avversaria. Il risultato non cambia e grazie a questa vittoria l’Inter torna in testa alla classifica, scavalcando proprio i giallorossi.

La squadra di Mancini, pur evidenziando limiti nella costruzione della manovra, si è dimostrata squadra molto solida e grintosa e ha confermato di possedere un ottimo reparto difensivo. Ai giallorossi, oltre alla fortuna, è mancato oggi soprattutto l’apporto di Dzeko, che è apparso un po’ svagato e poco determinato in alcune situazioni di gioco offensivo. Quel che è certo però che nel complesso non è apparsa affatto inferiore all’Inter ed avrebbe meritato almeno il pareggio. Tra i migliori in campo Medel e Handanovic per l’Inter e Nainggolan e Gervinho per la Roma.

INTER-ROMA 1-0. Reti: Medel al 30′ p.t.

INTER(4-3-3): Handanovic 7; D’Ambrosio 6 (Ranocchia s.v.), Miranda 6.5, Murillo 6.5, Nagatomo 6; Brozovic 6.5, Guarin 6, Medel 7 (Kondogbia 5.5); Jovetic 6 (Palacio 6), Ljajic 6, Perisic 6.5. All.: Mancini.

ROMA (4-3-3): Szczesny 6; Maicon 6, Manolas 6.5, Ruediger 6, Digne 6.5; Nainggolan 7, Florenzi 6, Pjanic 6; Salah 6, Dzeko 5 (Vainqueur s.v.), Gervinho 6.5 (Iturbe s.v.). All.: Garcia.

(com.unica 31 ottobre 2015)

Share This: