L’Inter si ferma sull’1-1 a Palermo e la Roma, battendo la Fiorentina,  sale meritatamente  in vetta alla classifica inseguita a due punti da Lazio, Napoli, Inter e Fiorentina. La Juve a 12 punti scalda i muscoli per l’inseguimento.

Al Franchi primo tempo micidiale degli attaccanti della Roma che con Salah e Gervinho si portano sullo 0-2 all’intervallo. Avvio di gara in controdentenza dei giallorossi che nei primi minuti sono molto concentrati e pressano altro la Viola, sul pressing di Nainggolan nasce il goal dell’ex Salah dopo lo scambio con Pjanic. Kalinc non trova il pari con un pallonetto e Gervinho punisce con un contropiede perfetto lanciato da Florenzi. Secondo tempo di grande sofferenza della Roma che deve resistere alla grandissima pressione della Viola che stringe d’assedio la difesa degli ospiti ma presta il fianco a Gervinho che in contropiede è devastante e offre a Pjanic la chance dello 0-3 che Bernardeschi salva. Allo scadere goal di Babacar che accorcia il risultato.

Il Napoli esce trionfatore dal Bentegodi battendo il Chievo per 0-1. Partita molto frizzante sin dai primi minuti, ritmo che si è protratto praticamente per tutti i 90’ soprattutto grazie alla gran lena dei partenopei che da qualche settimana a questa parte hanno davvero trovato la quadra tecnica insieme ad una condizione fisica invidiabile. Azzurri sempre super offensivi, due pali nel primo tempo entrambi timbrati da Higuain che nella ripresa trova la chicca del vantaggio con un sinistro in corsa e in torsione splendido su cross basso dalla sinistra. Ottimo Napoli dunque che agguanta Inter, Lazio e Fiorentina al secondo posto in classifica a due lunghezze dalla capolista Roma, un segnale per i giallorossi ma anche per la Juventus che nella giornata della vittoria sull’Atalanta ha rosicchiato punti soltanto ai nerazzurri e alla viola, ovvero le due squadre della batteria di testa, insieme alla Lazio. La faccia di Berlusconi in tribuna non prometteva nulla di buono per Mihajlovic. Ma il colpo di testa di Luiz Adriano a pochi minuti dal termine ha rimesso tutti i rossoneri al mondo, dopo aver visto l’inferno per lunghi tratti di gara. Milan-Sassuolo è finita 2-1 e gli ospiti sono stati in 10 sin dalla mezz’ora del primo tempo. Finalmente è arrivata per l’Udinese  la prima vittoria casalinga nel nuovo stadio.  E’ arrivata alla nona giornata di campionato grazie a un gol di Lodi su calcio di punizione contro la matricola Frosinone. Un Frosinone che pure prova a fare la sua gara, ben disposto in campo e mai troppo arrendevole. Salvato nel finale da un passivo che sarebbe potuto essere – ingiustamente – più pesante da alcune buone parate di Leali su Thereau, Lodi e Badu limite ancora di Lodi. Prima che anche Badu allo scadere fallisca un clamoroso colpo del ko.

Empoli-Genoa 2-0, Carpi-Bologna 1-2, Palermo-Inter 1-1, Sampdoria-Verana 4-1, Juventus-Atalanta 2-0, Milan-Sassuolo 2-1, Udinese –Frosinone 1-0, Fiorentina-Roma 1-2, Lazio-Torino 3-0, Chievo Verona-Napoli.0-1.

(Pino De Carolis/com.unica 26 ottobre 2015)

Share This: