Il premio “Menorah di Anticoli” 2015, che si assegna a Fiuggi nella ricorrenza della Giornata Europea della Cultura Ebraica, e quest’anno dedicato alla figura di Khaled Fouad Allam, è stato attribuito alla Associazione onlus Gariwo-La foresta dei Giusti. Per l’impegno civile, culturale e didattico dedicato al ricordo di quanti si erano impegnati a soccorrere i perseguitati durante i genocidi  e quanti sono tutt’oggi impegnati a difendere la dignità umana calpestata nei sistemi totalitari.

La manifestazione, promossa dalla Fondazione Giuseppe Levi Pelloni e dalla Biblioteca della Shoah di Fiuggi, è giunta al suo terzo anno di vita ed è dedicata a figure ed istituzioni del mondo ebraico. Nel 2013 l’ambito riconoscimento, una copia dell’antica Menorah di Anticoli riprodotta su pietra dal maestro Luigi Severa, è toccato alla Fondazione Keren Keyemet LeIsrael per il suo secolare impegno profuso nel campo dell’ecologia. L’anno scorso è stata premiata la pittrice Eva Fischer, presentata da Pino Pelloni e Daniel Benjamin Morello ed illustrata da Alan David Baumann. 

Quest’anno il dovuto riconoscimnento è andato all’Associazione fondata dallo storico Gabriele Nissim, da Pietro Kuciukian, Console onorario d’Armenia in Italia, e dalle filosofe Ulianova Radice e Annamaria Samuelli nel 2001 a Milano con la missione di ricordare le donne e gli uomini che hanno cercato e cercano di impedire il crimine di genocidio e di difendere i diritti umani nelle situazioni estreme.

Il compito principale della onlus è la creazione di luoghi della memoria, piccole foreste e giardini, in cui piantare gli alberi per ricordare l’azione delle donne e degli uomini considerati Giusti. Nel 2003 Gariwo ha creato il primo Giardino dei Giusti di tutto il mondo al Monte Stella di Milano, cui è seguita la creazione di altri luoghi della memoria in Italia e nel mondo, come il Muro dedicato ai Giusti per gli Armeni a Yerevan, il Centro per il coraggio civile a Sarajevo, i giardini dei Giusti di Varsavia, Genova, Palermo, Padova e Torino, tra i tanti.

Nel 2010, per la Comunità Europea, ha dato vita ai primi Giardini virtuali dei Giusti d’Europa con il progetto W.E.Fo.R. (Web European Forest Righteous)-I Giusti contro i totalitarismi. Identità e coscienza europea sul web. Il sito www.wefor.eu permette agli utenti di visitare i giardini in 3D.

 Il 10 maggio 2012, accogliendo l’appello fatto da Gariwo-la Foresta dei Giusti, il Parlamento europeo ha stabilito la data del 6 marzo, scelta in onore di Moshe Bejski, come commemorazione annuale della Giornata europea dei Giusti.

(Elena Ciotta/com.unica, 2 settembre 2015)

Share This: