Ignazio Marino, sindaco di Roma, è la figura politica che in questi giorni sta subendo l’impatto reputazionale più negativo dopo i contestati funerali del boss Casamonica: 6.995 tweet nell’ultima settimana si sono riversati contro il sindaco di Roma. Questo secondo quanto rilevato da “Reputation Manager”, principale istituto italiano nell’analisi e misurazione della reputazione online dei brand e delle figure di rilievo pubblico. Su Twitter sono nati diversi hashtag di protesta contro Marino, accusato principalmente di essere in vacanza ai Caraibi anziché a Roma ad affrontare le polemiche sorte dopo i discussi funerali del boss Casamonica:

  • # marinodimettiti
  • # marinoacasa
  • # marinorestainamerica
  • # Marinovattene
  • # ignaromarino
  • # STOPMARINO
  • # FuneraleCasamonicaGrazieMarino
  • # marinosgomma
  • # marinononèilmiosindaco
  • # spazzamarino

“La crisi che ha investito Roma, si ripercuote in primis sul suo sindaco – commenta Andrea Barchiesi, CEO di Reputation Manager  – dopo la fase iniziale di protesta generalizzata, i cittadini ora puntano ad assegnare le responsabilità dell’accaduto. L’utilizzo del mezzo social come strumento di comunicazione ufficiale, come sta facendo Marino in queste ore in cui non è però fisicamente presente in Italia, può rivelarsi un grosso boomerang mediatico”. La protesta su Twitter è stata condotta principalmente da esponenti del M5S, il movimento ha infatti dichiarato di voler sporgere denuncia contro Marino per danni alla reputazione della capitale a livello nazionale e internazionale. Il tweet più retwittato è di Piernicola Pedicini, portavoce del M5S all’Europarlamento:

“#MarinoDimettiti: #Roma ha urgente bisogno di legalità, urge un vero sindaco! Un sindaco del m5s è l’unica soluzione”

Il primo messaggio di Marino postato sui suoi account ufficiali di Facebook e Twitter è stato:

“Ho chiamato il Prefetto perché siano accertati i fatti. È intollerabile che i funerali siano strumenti dei vivi per inviare messaggi mafiosi”, commentato 2.520 volte su Facebook e 229 volte su Twitter. Prevalgono anche in questo caso le critiche:

“@ignaziomarino non sai mai una mazza!! Manco dai Caraibi !!!”

“Personalmente, Signor Marino, ultimamente mi vergogno moltissimo di tenere nel mio portafoglio già da qualche anno la tessera del PD. Sta rendendo Roma (Lei o chi per Lei) lo zimbello di tutta Europa. La città “discarica”, la città “bordello”, la città “latrina”. La città che dovrebbe rappresentare il nostro paese nel mondo non appartiene più neanche a noi italiani. Faccia una cortesia, si faccia un giro a Milano e chieda consiglio su come rimettere a posto e come rendere meno imbarazzante,scandalosa e sconcia la SUA città!!!”

Su YouTube intanto le visualizzazioni del video dei funerali sono cresciute in pochi giorni del 523%: da 86.000 di venerdì a 536.000. Marino viene citato negativamente nel 13% dei video: “Scommetto che Marino lo sapeva… Ecco cosa succede quando c’è il PD al governo…”.

(com.unica/Spot and Web, 27 agosto 2015)

Share This: