Mentre in Occidente crescono le inquietudini per l’avanzata dell’Isis e il pericolo dei lupi solitari, in Marocco sorge la prima accademia araba dedicata alla formazione di imam anti-jihadisti.

A volerla è stato il sovrano Mohammed VI e a raccontarla su La Stampa è Maurizio Molinari: “Uscire da qui con l’attestato di ‘laurea da imam’ significa andare nelle moschee e predicare contro ‘il falso Califfo nemico dei musulmani’”. “Mohammed VI negli ultimi anni inoltre ha voluto restaurare tutte le sinagoghe del paese, oltre 20.000 tombe ebraiche e insignire il gran rabbino di Israele con la massima onoreficenza civile”, ha spiegato il presidente della comunità ebraica marocchina Serge Berdugo.

(com.unica, 15 giugno 2015)

Share This: