In una sola settimana ci sono state più di 1.500 vittime e gli ospedali indiani sono in tilt.  Tutta colpla della grande ondata di caldo che ha colpito il paese. I dati di quest’anno, sottolineano gli esperti, sono insolitamente gravi. Nello stato meridionale di Andhra Pradesh, di gran lunga il più colpito, 1.020 persone sono morte dal 18 maggio, più del doppio del numero di vittime dovute all’ondata di calore dell’intero 2014. Nel vicino stato di Telangana, dove le temperature sono arrivate fino a 48 gradi, 340 persone sono morte per il caldo torrido, rispetto alle 31 dell’anno scorso anno. Gli ospedali sono al collasso, con i pazienti che lamentano vertigini e fortissimi mal di testa. Altri mostrano sintomi di delirio e tutti sono fortemente disidratati; si sono formate code all’esterno dei nosocomi, dove sono distribuite bottigliette d’acqua. Molte donne cercano di consolare i loro bambini in lacrime, avvolgendo la loro testa in fazzoletti per proteggerli dal sole.

(com.unica, 28 maggio 2015)

Share This: