Prima il Carpi, ora il Frosinone. La piccola provincia ridisegna la serie A con un doppio salto da brividi. A. La squadra allenata dal 37enne romano Roberto Stellone ha centrato il traguardo con una giornata di anticipo battendo 3-1 in casa il Crotone e assicurandosi matematicamente il secondo posto della classifica di B che dà l’accesso diretto alla massima serie. La cavalcata si è conclusa dopo un cammino addirittura di 41 giornate, segnate da 20 vittorie, 11 pareggi e 10 sconfitte, cui vanno aggiunti i 61 gol siglati e i 47 subìti. Festa grande nel capoluogo ciociaro e per l’intera provincia. I “leoni” soltanto due stagioni fa erano in Lega Pro, l’ex C1, e adesso si preparano a vivere i duelli con le corazzate del nostro pallone.

Sullo sfondo di una storica doppia promozione rimangono le parole di Claudio Lotito, patron della Lazio, ma, soprattutto membro del governo del calcio in Figc che, in una telefonata intercettata di nascosto, raccontò di come sarebbe stato senza appeal la serie A in caso di arrivo proprio del Carpi e del Frosinone . Il presidente dei canarini Maurizio Stirpe a proposito della gaffe di Lotito aveva detto: “E’ un veggente, un grande conoscitore di calcio, aveva previsto tutto…”. Durante la sfida di oggi allo stadio Matusa, cori contro Claudio Lotito. Striscioni di insulti contro il presidente della Lazio sono invece apparsi sui balconi di alcuni appartamenti nei pressi dello stadio.

(com.unica, 16 maggio 2015)

Share This: