Il tedesco André Greipel (Lotto Soudal) ha vinto allo sprint la sesta tappa del Giro d’Italia, da Montecatini Terme a Castiglione della Pescaia di 183 km., battendo in volata gli italiani Matteo Pelucchi e Sacha Modolo della Lampre. Volata caratterizzata da una brutta caduta negli ultimi cento metri a causa di uno spettatore che si è sporto un po’ troppo con una macchina fotografica. Ne ha fatto le spese Daniele Colli trasportato in ospedale. Coinvolta anche la maglia rosa Alberto Contador che comunque è risalito in bicicletta ed è stato poi medicato per escoriazioni alla gamba. Alla cerimonia di premiazione ha chiesto di non indossare la maglia rosa per un dolore alla spalla sinistra. Tappa caratterizzata anche da una lunghissima fuga di cinque uomini: Grosu, Malaguti, Rutkiewicz, Bandiera e Marangoni ripresi solo nel finale. Non cambia la classifica generale con Contador che precede Fabio Aru a 2″ e Richie Porte a 20″. “Sono contentissimo per la vittoria di oggi. Come velocisti non abbiamo molte possibilità. A Genova ho fatto un errore. Oggi mi sono rifatto. La caduta? Non ho visto quello che è successo. Assurdo che uno spettatore causi una cosa così”. Domani settima tappa, da Grosseto a Fiuggi di 264 km. Tappa-maratona, la più lunga. Potrebbe essere la giornata giusta per tentare una fuga da lontano, anche perché controllare 260 km di corsa non sarà facile ma gli ultimi 350 metri sono al 4% adatti ad uno spunto finale.

(com.unica, 15 maggio 2015)

Share This: