Il Presidente della Repubblica in visita a Torino ha  inaugurato, al centro fiere del Lingotto di Torino, la 28esima edizione del Salone del libro. “I libri e la cultura, ha detto presenziando alla cerimonia, possono aiutarci a raggiungere un traguardo di libertà più avanzato e più solido. Una libertà che si fondi su saperi diffusi, sulla voglia di confrontarsi con le differenze, sul rispetto delle persone e delle pluralità”. Una libertà che “faccia crescere la solidarietà, perché questa è la vocazione autentica delle donne e degli uomini. Un grande compito, a cui ognuno di noi può dare un contributo prezioso”.  “Leggere è una ricchezza per la società, è un bene comune. E’ un antidoto all’appiattimento, è ossigeno per le coscienze” ha evidenziato il capo dello Stato. Lasciati i libri del Lingotto Sergio Mattarella si è recato in Duomo, accolto con calore dai fedeli, è ha sostato in  raccoglimento davanti alla Sindone.

(com.unica, 15 maggio 2015)

 

Share This: