Nelle ultime ore la portaerei USS Theodore Roosevelt e l’incrociatore USS Normandy  hanno raggiunto ed affiancato altre sette unità americane che già incrociano nel braccio di mare che comprende il Mare Arabico, il Golfo di Aden, lo Stretto di Bab-el-Mandeb e il Mar Rosso meridionale.

Con questa scelta militare gli Stati Uniti rafforzano in maniera significativa la presenza di loro navi da guerra davanti alle coste dello Yemen. Lo ha reso noto la US Navy con un comunicato, in cui si afferma genericamente che la Roosevelt e la Normandy “si sono unite ad altre forze Usa impegnate a condurre operazioni di sicurezza marittima”. Altre fonti della Marina protette dall’ anonimato hanno però affermato che le navi militari Usa sono pronte ad intercettare eventuali navi iraniane che cerchino di consegnare armi ai ribelli sciiti Houthi che hanno rovesciato il governo yemenita, hanno preso il controllo di Sanaa e combattono in diverse zone dello Yemen.

(com.unica, 21 aprile 2015)

Share This: